Accetta i Cookie

 

Questo sito utilizza cookie anche di terzi per per migliorare la tua esperienza web o offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Castello

  • sede

L’ anno di fondazione è il 1982. Il gruppo Castello, è il più giovane della sezione ma si è sempre distinto per l’ impegno sociale, partecipa alle iniziative coordinate dalla sezione e al mantenimento del sentiero alpino che da Malga Realto porta alla cima del monte Marana (1552 metri s.l.m.). Ricordiamo l’ impegno di alcuni alpini del gruppo nella costruzione dell’ asilo di Rossoch (Russia) e l’ aiuto dato a Padre Bicego in Guinea Bissau. E’ doveroso ricordare questa figura. Nasce a Castelvecchio di Valdagno (sede di gruppo alpini) nel 1942. Presta il servizio militare alla Scuola Militare Alpina di Aosta con il grado si sergente istruttore dei corsi A.C.S. Al termine trova impiego presso la locale Manifattura Lane Gaetano Marzotto ove, in pochi anni, viene promosso funzionario responsabile della gestione acquisti delle fibre sintetiche. Ma, a trentasette anni, sente il richiamo della solidarietà totale e, nell’ estate del 1979, si reca in Guinea Bissau per far visita al parente frate Ernesto Bicego missionario dei frati Francescani di Chiampo (VI), torna ma riparte per l’ Africa ottenuta dall’ azienda un periodo di aspettativa di tre anni, tornerà infine in Italia nel 1997 gravemente malato per essere ricoverato in una clinica specializzata nelle malattie tropicali. Il 23 gennaio 1998, la sua forte fibra cede a causa di una gravissima forma di herpes malarico cerebrale. In suo ricordo, ogni anno il gruppo devolve una parte del ricavato delle proprie attività in aiuti alle varie associazioni benefiche della vallata.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.