Accetta i Cookie

 

Questo sito utilizza cookie anche di terzi per per migliorare la tua esperienza web o offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Montepulgo

  • sede

Chiesa di Montepulgo

Non si conosce la data di costituzione ufficiale. Si sa che in origine, faceva parte della sezione di Vicenza e che, nell’ aprile del 1956, viene benedetto (forse) il primo gagliardetto. Nel 1966 il gruppo entra a far parte della sezione di Valdagno. Gli alpini del gruppo cominciano ad aggregarsi attorno all’ intenzione di costruire e poi realizzare, il Monumento ai Caduti. L’ idea di onorare coloro caduti durante i conflitti mondiali, nasce da lontano e precisamente nel gennaio del 1943, quando, in piena ritirata di Russia, scomparve l’ alpino Lino Pretto del Btg. Vicenza. Fu inutilmente cercato per tutta la notte dal fratello Pietro e dal tenente Claudio Urbani. I due si ripromettono che, se fossero ritornati a casa, avrebbero ricordato degnamente i tanti commilitoni scomparsi in Russia. Purtroppo muore in guerra anche il tenente Urbani e, in Pietro Pretto è rimasto sempre vivo il desiderio di mantenere la promessa. Finalmente nel 1955, coinvolgendo altri alpini che ebbero dolorose perdite in guerra, riuscì a mantenere la promessa. Costruito sulla cima del colle detto “Grumo Peloso”, il monumento viene solennemente inaugurato nell’ aprile del 1956.
Il 1° maggio di ogni anno gli alpini delle valli dell’ Agno e del Leogra, salgono al monumento per ricordare i caduti.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.