Accetta i Cookie

 

Questo sito utilizza cookie anche di terzi per per migliorare la tua esperienza web o offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Presidenti

enrico-crocco-ok

ENRICO CROCCO

Presidente dal 2017.

Sono stato eletto Presidente della Sezione Alpini di Valdagno
il 5 marzo 2017.
Sono nato a Valdagno l’8 gennaio 1956.
Ho svolto il militare nel 7° Reggimento Alpini, Battaglione Alpini “Belluno”, Compagnia Comando.
In passato ho ricoperto il ruolo di Consigliere, Vicecapogruppo e Capogruppo del Gruppo Alpini di Novale.
Sono entrato in Sezione con l’allora Presidente Dino Danieli, poi con i successivi presidenti: Luigi Cailotto e Nazario Campi sono andato a ricoprire il ruolo di Revisore dei Conti, e negli ultimi sei anni quello di Vicepresidente Vicario e Responsabile del rapporto con il Coro Sezionale.
Credo nella capacità degli Alpini di fare memoria, di essere vicini a chi ha bisogno, di essere divulgatori dell’Alpinità anche per le nostre nuove generazioni.
Sono convinto che per superare le difficoltà, che sicuramente si presenteranno durante il mio mandato, l’unico metodo utile sarà quello di stare uniti e fare squadra.
Confido molto nei miei collaboratori, che mi affiancheranno in questo percorso.
Ho estrema fiducia nei Capigruppo della nostra Sezione, che sono le colonne portanti della nostra stessa associazione, e che collaborando, faranno raggiungere alla Sezione stessa gli obiettivi prefissati.
MEMENTO AUDERE SEMPER

   

 

nazario campi

NAZARIO CAMPI

Presidente dal 2008 al 2017

Sono nato a Valdagno il 10 settembre 1957.
Sono Presidente della Sezione dal 2 marzo 2008.
Ho svolto il servizio militare nel 7° RGT Alpini.
Da molto tempo collaboro con la Sezione avendo ricoperto l'incarico di vicepresidente vicario.
In passato sono stato anche consigliere, segretario e capogruppo del Gruppo alpini di Cornedo Vicentino. Spero che i gruppi della nostra sezione si aspettino da me un alpino. Un alpino come amico, una persona con cui si può parlare, ridere, scherzare ed affrontare anche i problemi più seri. Il giusto compagno di camerata. Lo so che all’inizio sarà dura conoscerci, capire i nostri limiti ma poi come quando si era al reggimento, in camerata appunto, la si trova l’amico, quello che al rientro dalla licenza gli si portava la bottiglia, la torta fatta dalla mamma o la sopressa rubata in cantina. Lo ripeto….. spero mi vogliano come “amico”, poi il resto verrà da solo. Io credo molto negli alpini, in quello che hanno fatto ed in quello che fanno tutti i giorni. Credo nel loro animo puro, nella dedizione che mettono per aiutare gli altri e queste cose erano anche l’opinione di mia mamma. Lei stessa credeva in queste cose e si impegnava per attuarle e così mi ha dato un esempio che io non posso che seguire. Faccio quello che mi viene spontaneo, aiuto gli altri.
Questo mi è stato insegnato dai miei genitori e questo continuerò a fare. Un alpino è un alpino e si riconosce anche quando veste la massima carica della propria sezione. Non preoccupiamoci quindi sono Nazario…l’alpino e basta…solo con un bel pò di responsabilità in più!

   

 

luigi cailotto

LUIGI CAILOTTO

Presidente dal 1999 al 2008.

Nato a Valdagno il 29 marzo 1962. Residente a Campotamaso, frazione di Valdagno. Ha svolto il servizio militare presso il 7°RGT Alpini. In Sezione è stato Responsabile della Protezione Civile Alpina e contribuì efficacemente al suo sviluppo. Diventato Presidente si è tenacemente impegnato al rinnovamento, chiamando tutti all'assunzione di responsabilità, a ringiovanire i ranghi e ampliando gli impegni operativi della Sezione. Con varie iniziative si è impegnato a portare, nelle strutture dell'A.N.A. triveneta e nazionale, le problematiche della base. Lasciata la Presidenza nel 2008, ha accettato la carica di Tesoriere all'interno del Consiglio Direttivo.

   

 

dino danieli

CAV. DINO DANIELI

Presidente dal 1984 al 1999.

Nato a Valdagno il 30 gennaio 1938.
Residente, dalla nascita, a Castelgomberto. Coniugato con 3 figli. Iscritto all'Associazione Nazionale Alpini dal 1962. Capogruppo del gruppo di Castelgomberto dal1967 al 1977. consigliere sezionale dal 1976 al 1984. Presidente della sezione di Valdagno dal 16 novembre del 1984 al 14 giugno del 1999. Consigliere nazionale dal 1996 al 2002 e componente delle commissioni nazionali: Premio fedeltà alla Montagna, Manifestazioni nazionali (adunata nazionale), Costruzione delle scuola di Zenica (Bosnia Erzegovina). Redattore del periodico Alpini Val dell'Agno dal 1984.

   

 

nicolo zamperetti

AVV. NICOLO' ZAMPERETTI

Presidente dal 1969 al 1984.

Avv. NICOLO GIUS. ZAMPERETTI -Uscito dalla Scuola Allievi Ufficiali Alpini di Bassano, veniva assegnato al 5° Alpini, 62 Btgl. A.S.A. di Merano; quindi al 4° Alpini in Aosta. E' stato Sindaco di Cornedo Vic. dal 1964 al 1967. - Onorificienza Cav. O.M.R.l. per benemerenze acquistate nella Associazione Alpini.

   

 

mario-callegaro-ok

MARIO CALLEGARO

Presidente dal 1963 al 1969.

Era della classe 1901, è morto a 76 anni nel 1977. Fu prima Presidente e poi a lungo Segretario della nostra Sezione. Quando la prese in mano lui era piuttosto asfittica, ma egli dinamico e tenace riuscì a ridarle ossigeno. E per questo gliene dobbiamo esser grati. Richiamato nel 1938 partecipò allo sbarco in Albánia. Invalido per cause di servizio fu rimpatriato. Stabilitosi dopo la guerra in Valdagno gestì dapprima il Bar dei DAM in oltre Agno. In seguito assunse la gestione dei bar caffè " Valdagno " di fronte a villa Valle che diventò anche la Sede sezionale. Quando avevano bisogno di svolgere pratiche riguardanti la loro posizione di mutilati o invalidi erano in molti i soci che si rivolgevano a lui. Fece in modo che la Sezione fosse sempre degnamente rappresentata alle adunate nazionali. Collaborò con entusiasmo e dedizione con il presidente col. Garbin.

   

 

gaetano garbin

GAETANO GARBIN

Presidente dal 1952 al 1963.

Il Col. GAETANO GARBIN è nato a Valdagno il 24 Marzo 1894. Iniziò la sua vita militare come semplice alpino, poi passò all'Accademia Militare di Modena. Nel 1915 fu inviato al fronte quale comandante di plotone nell'8" Reg.to Alpini. Partecipò a molte difficili azioni sul M.te Nero, sull'isonzo, sul Piave, sul Cauriol, sull'altopiano d'Asiago, sul Grappa. Rimase ferito 3 volte e per quattro volte si meritò altrettante decorazioni al valore, compresa una promozione per merito di guerra. Nella seconda guerra mondìale comandò il 4° Rgto Alpini e con esso il X Sett. GAF (guardie alla frontiera), dapprima sul fronte francese e poi in Croazia e in Montenegro. Era anche decorato della croce di cavaliere dell'Ordine Militare e della commenda della Repubblica. Lasciò il servizio militare nel 1945 stabilendosi a Valdagno. Dal 1954, fu Presidente della nostra Sezione. Cessò di vivere a Conegliano, dove si era recato in visita alla figlia, il 1° febbraio 1963.E' ricordato amorevolmente per il suo carattere pacato e affabile. Due motivazioni di med. di bronzo al V.M. rendono la tempra dell'uomo: " Sottotenente degli Alpini, manteneva la calma al suo plotone che aveva subito gravi perdite e controbatteva con efficacia il nemico, riuscendo a condurre con ordine il reparto in una posizione meno esposta ove rimaneva anche dopo essere stato ferito. M.te Sleme 1915 ". " Capitano dei 40 Rgto Alpini durante un attacco nemico dava bel esempio di calma e valore. Fermato l'impeto avversario con tiro preciso e nutrito, lo contrattaccava con risolutezza costringendolo alla fuga dopo avergli inflitto gravissime perdite e avergli strappato prigionieri. Casa Tasson 25 Nov. 1917 ".

   

 

pesavento-gino

GINO PESAVENTO

Presidente dal 1945 al 1952.

Nato a Valdagno l'11 marzo 1895. Figlio di Luigi e Clementina Marzari. Coniugato con Maria Teresa Caldonazzo. Deceduto a Valdagno il 3 settembre 1967. Aderente all'Associazione Nazionale Combattenti e Reduci, sezione di Valdagno, ne è stato il fiduciario dal 1951 al 1955, quando fu eletto Presidente all'unanimità rimanendo in carica fino al 1967.

   

 

romeo-scomparin

ROMEO SCOMPARIN

Presidente dal 1943 al 1945.

Capitano degli alpini. Nato a Venezia nel 1891, dirigente della Marzotto. Dal 1943 al 1945 la Sezione fu guidata dal capitano Romeo Scomparin quale "comandante" del battaglione Valdagno. In quel periodo gli Alpini in congedo erano "arruolati" infatti nel Battaglione che a sua volta faceva parte del Decimo Reggimento Alpini, come era indicata a livello nazionale l'Associazione. Il figlio Roberto, tenente del III Btg. Misto del Genio della Divisione Julia, catturato durante la ritirata di Russia, morì in prigionia nel giugno del 1943.

   

 

giovanni-pieriboni

GIOVANNI PIEROBONI

Presidente dal 1936 al 1943.

Capitano degli Alpini. Nato a Gambellara il 12 ottobre 1899. Fu dirigente della Marzotto. Partecipò alla Prima Guerra Mondiale e fu congedato per le ferite riportate. Il 18 agosto 1944 fu arrestato dalla Polizia Segreta tedesca e trasferito nelle carceri di Padova. Rilasciato l'11 settembre 1944. Sposato con la signora Angelina Crosara, sorella del Tenente degli Alpini dr. Gaetano Crosara, attivo animatore della Sezione di Valdagno.

   

 

carlo-pizzati-ok

CARLO PIZZATI

Presidente dal 1929 al 1936.

Il Ten.Col. Dr. CARLO PIZZATI nato a Valdagno il 17 Marzo 1894 e ivi defunto il 27 Gennaio 1961 era Cav. di Vitt. Veneto. Combattente nella Prima Guerra mondiale con il grado di S. Ten. Art. da Montagna fu sulla Bainzizza, sul fronte carnico (Pizzo Avostanis) sull'Adamello. Ferito in battaglia. Congedatosi con il grado di Ten. ripreso gli studi interrotti per la guerra e si laureò a Ferrara in Farmacia nel 1920. Era sposato a Marì Menato - sorella del ns. direttore -. Fu uno dei fondatori della Sezione ANA come pure della Sez. CAI. Buon alpinista salì il Cervino e il Mte Bianco, fu tra i primi scalatori delle nostre Piccole Dolomiti. Podestà di Valdagno dal 1930 al 1934. Nel 1935 partecipò alla campagna ACI quale capitano comandante di batteria Div. " Gran Sasso ". A Selaclacà portò i primi soccorsi ai reparti valdagnesi provenienti dalla inespiorata regione degli Adi Abò. Nella seconda guerra mondiale partecipò con il grado di Maggiore alle operazioni sul fronte jugosiavo. Venne promosso Ten. Col. R.0.